Accès membres Agendas

Agli assenti per vocazione

Questo biglietto è stato scritto davanti al pubblico di sabato pomeriggio, dedicato dall’Ecole pratique allo studio di ciò che fa scattare il populismo, assieme a studiosi che si erano spostati per venire a dialogare con degli psicanalisti assenti invece dalla sala.

È vero che questi psicanalisti sono stanchi, il seminario d’inverno appena conclusosi li ha sfiancati. E poi il populismo non gli interessa: dopotutto non si tratta di clinica, no?

Ma, di certo, il populismo si interessa a loro. E così gli psicanalisti sono ora assenti anche dagli scaffali della biblioteca per studenti e ricercatori di una grande città universitaria della Francia orientale, ripulita in una notte della cinquantina di opere che li rappresentavano e senza che si sappia chi abbia impartito tale ordine. Gli psicanalisti sono anche assenti dal trattamento dell’autismo infantile, fatto che una legge stava per ratificare se, ancora una volta, non mi fossi mosso, alla vigilia del voto, con Lola che si è fatta  per l’occasione presentatrice di un dossier di 200 pagine assemblate in tutta fretta.

Ma è anche vero che gli psicanalisti non hanno l’abitudine di lavorare giacché è il paziente a farlo per loro e di questo lavoratore non si fanno nemmeno capo perché per loro non sarebbe etico. Né lavoratore né capo, ma allora che cosa sono per la società? Niente, vi dico, per non complicare la questione ed è certamente per questo motivo che tali psicanalisti accettano in partenza che il futuro regime politico interini il loro essersi auto-evacuati, ancor prima di vedere la propria esclusione suggellata. Mi immagino la loro reazione: si indigneranno per essere stati trattati come in cuor loro auspicano. Sarebbe un abuso.

Charles Melman

Traduzione : Janja Jerkov

Pour accéder aux rubriques, cliquez sur les titres

Vient de paraître

  Hubert Ricard   Les thèses de Lacan viennent de sa pratique, mais il avait articulé celles-ci dans un cadre théorique très élaboré. De Platon et Descartes jusqu'à ...

L'histoire de l'A.L.I.

Bénédicte Metz, Thierry Roth, Jean-René Duveau 

Centre documentaire

    Sissi, impératrice d'Autriche, l'Antigone de Sophocle, Simone Weil, la philosophe, sainte Catherine de Sienne : chaqune pose les mêmes questions. Comment être ...

L'histoire de l'A.L.I.

Bénédicte Metz, Thierry Roth, Jean-René Duveau 

Vient de paraître

  Actes du cycle de conférences organisées par l’AMCPSY   Lire et télécharger le document sur le site de l'AMCPSY => Lien de téléchargement   Sous la ...

Centre documentaire

  La bibliothèque de l'A.L.I est une bibliothèque de consultation, et non de prêt. Elle permet, elle privilégie la lecture sur des documents authentiques. Deux permanences ...

Accès Membres